Adenomectomia prostatica con laser ad Holmio: il Dr. Dente ospite del Prof. Gian Maria Busetto (Professore associato di Urologia presso l’università di Foggia), in qualità di tutor

Ieri, 7 luglio 2021, il Dr. Dente è stato ospite del Prof. Gian Maria Busetto (Professore associato di Urologia presso L’università di Foggia – Reparto di Urologia Policlinico Riuniti di Foggia) come tutor Holep (Adenomectomia prostatica con Laser ad Holmio) per la Lumenis.

Il Dr. Dente, uno dei massimi esperti in Italia per questa tecnica, oltre 2500 interventi di Holep effettuati in carriera, ha effettuato il tutoraggio del Prof. Busetto, portando questa tecnica ad arricchire la già ampia gamma di prestazioni urologiche ad alta tecnologia che il reparto, diretto dal Prof. Carrieri (Professore Ordinario di Urologia presso L’università di Foggia – Dietettore del reparto di Urologia Policlinico Riuniti di Foggia), può offrire ai pazienti.

Due differenti procedure

Sono stati effettuate due procedure (con adenomi prostatici di circa 150 cc) che hanno permesso ad altrettanti pazienti di risolvere definitivamente il problema dell’adenoma prostatico e conseguentemente delle difficoltà urinarie. La tecnica ha permesso, per via endoscopica (quindi senza tagli addominali), di intervenire su prostate di notevoli dimensioni che, altrimenti, sarebbero state trattate con tecnica chirurgica tradizionale. Una tecnica che consente ai pazienti di essere dimessi dopo solo 48 h di degenza ospedaliera.

articoli correlati

Dal viagra alla protesi peniena: l’andrologia cambia volto

Sono ormai passati 25 anni da quando il Viagra ha rivoluzionato l’universo maschile, ma è arrivato il momento di guardare oltre. Certo, quando nel 1998 […]

Sesso virtuale tra i giovani: è allarme. Il parere dell’andrologo

C’è una correlazione tra sesso virtuale e impotenza? A quanto pare si. Ad affermarlo è la SIA (Società Italiana Andrologia), che ha portato a termine […]

Disfunzione erettile e attività fisica: ci possono essere davvero dei benefici? L’andrologo risponde

Disfunzione erettile e attività fisica: ci possono essere davvero dei benefici? Il movimento rappresenta davvero una concreta possibilità, per chi si trova in questa condizione? […]
chevron-downarrow-up