Laser ad Holmio, la Casa di cura Villa Igea come centro di eccellenza in Italia per l’utilizzo dell’HOLEP

L’alta tecnologia al servizio della medicina per il trattamento dell’IPB, Ipertrofia Prostatica Benigna. La Casa di cura Villa Igea, affiliata UROP, come centro di eccellenza in Italia per l’utilizzo dell’HOLEP

 

Grazie allo sviluppo delle più moderne tecnologie in campo medico, anche le patologie che in passato richiedevano una maggiore “invasività”, adesso possono essere curate senza tagli ne cicatrici, consentendo di ridurre i tempi di degenza fino ad un massimo di 48 ore. Lo sanno bene i medici dell’Unità Operativa di Urologia Robotica e Mini-invasiva di Villa Igea ad Ancona, diretta dal Dr. Angelo Cafarelli, che è ormai un centro di eccellenza nell’utilizzo del Laser ad Holmio per il trattamento mini-invasivo dell’Ipertrofia Prostatica Benigna (IPB).

Il laser ad Holmio (HOLEP) oggi rappresenta il gold standard per il trattamento chirurgico dell’IPB. Presente da circa 3 anni nel gruppo Policlinico Abano Terme, la Casa di Cura Villa Igea di Ancona, con la sua Unità Operativa di Urologia Robotica e Mini-invasiva è diventata uno dei centri con la più vasta esperienza per l’utilizzo di questa particolare tecnologia, attualmente presenti nel nostro Paese. Combinato con la tecnica chirurgica, il Laser ad Holmio da 120 W permette di effettuare l’intervento di Holep per il trattamento di ogni tipo di adenoma prostatico, anche di grandi dimensioni.

L’intervento viene effettuato in endoscopia, senza tagli ne cicatrici, attraverso uno strumento che viene introdotto nel canale urinario, con il quale viene effettuata l’enucleazione completa dell’adenoma prostatico. Contestualmente, si procede allo “sminuzzamento” dello stesso e all’aspirazione della parte di prostata rimossa. Il laser ad Holmio possiede un potere coagulativo che consente di azzerare anche le perdite ematiche delle micro-strutture vascolari, accorciando i tempi di degenza e cateterizzazione fino ad un massimo 48 h, consentendo al paziente di avere un decorso post operatorio breve e poco doloroso.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

articoli correlati

Sesso virtuale tra i giovani: è allarme. Il parere dell’andrologo

C’è una correlazione tra sesso virtuale e impotenza? A quanto pare si. Ad affermarlo è la SIA (Società Italiana Andrologia), che ha portato a termine […]

Disfunzione erettile e attività fisica: ci possono essere davvero dei benefici? L’andrologo risponde

Disfunzione erettile e attività fisica: ci possono essere davvero dei benefici? Il movimento rappresenta davvero una concreta possibilità, per chi si trova in questa condizione? […]

Salute maschile: l’andrologo deve essere un riferimento, come il ginecologo per le donne

Lo specialista andrologo, per gli uomini, deve essere un punto di riferimento imprescindibile, proprio come il ginecologo per le donne. E’ fondamentale andare dallo specialista […]
chevron-downarrow-up